Giano Vino Rosso
17303
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-17303,bridge-core-2.5.5,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Giano – Vino Rosso

gianoweb2

Composizione terreno: pietroso

Sistema di allevamento: Guyot e Alberello

Densità di impianto: 4.000 ceppi/ettaro

Resa per ettaro: 60 quintali uva

Area di produzione: Porrona   Cinigiano, Monte Bendico – Arcidosso

Uve impiegate: Sangiovese

Raccolta: Settembre – Ottobre

Fermentazione: da sempre ambasciatori della tradizione, volta alla ricerca dell’eleganza del Sangiovese in purezza, la fermentazione avviene grazie ai soli  lieviti indigeni senza controllo della temperatura, per poi proseguire attraverso lunghe macerazioni di 30/35 giorni circa.

Affinamento: 30 mesi in botti grandi e 6 mesi in bottiglia

Contenuto alcolico: 15%

Colore: rubino brillante

Sapore: prugna, ciliegia e spezie

Aroma: austero e avvolgente

Abbinamenti

Aperitivo;

Affettati e salumi;

Pasta con ragù di carne;

Risotto ai funghi;

Carne di vitello;

Carne di maiale;

Cacciagione;

Salumi cotti;

Formaggi a pasta dura;

Il Giano è il secondo vino di punta della cantina della famiglia Fabiani.

Com’è nello stile della cantina, la lavorazione è completamente artigianale e naturale: la fermentazione è spontanea, grazie all’ausilio dei soli lieviti indigeni. E anche la fermentazione malolattica viene svolta senza il controllo della temperatura. A seguire, abbiamo un affinamento di 12 mesi in botti di legno ed un adeguato periodo in bottiglia, successivamente, dove il vino acquisisce tutto l’equilibrio e l’armonia che lo contraddistingue. La produzione è minima, ovvero 3500 bottiglie.

E’ un vino dal taglio elegante, giustamente tannico, dal sorso agile e beverino. Gli abbinamenti gastronomici sono certamente legati alla tradizione culinaria toscana, soprattutto ai primi piatti con sughi di carne, ma anche ai secondi, non troppo elaborati.

COLORE

Rosso rubino con accentuati riflessi granati.

PROFUMO

Intenso, elegante, austero, sentori di prugna, amarena e note speziate. I profumi di viola e rosa mammola emergono dopo qualche minuto di ossigenazione del vino nel calice. Qui emerge tutta la sua finezza olfattiva.

GUSTO

In bocca è mediamente strutturato, si percepisce subito un tannico levigato, una sensazione di freschezza e il desiderio di degustarne un altro calice. Una leggera sapidità e un finale lungo e persistente chiudono l’assaggio, davvero piacevole.