Fabiani Wine | I Vigneti
16616
page-template-default,page,page-id-16616,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

I Vigneti

I vigneti dell’Azienda Agricola Fabiani sorgono prevalentemente nel Comune di Cinigiano (GR), vicino al borgo medievale di Castel Porrona. Questi territori, caratterizzati da un clima mite e soleggiato, sono da sempre adatti alla coltivazione della vite.

L’azienda cerca di distinguersi attraverso la riscoperta di vigneti antichi e multivarietali, caratterizzati anche da vitigni minori. Invece di operare un rinnovo dei vigneti con le sole varietà più produttive, vuole infatti sfruttare le potenzialità di questi vecchi impianti.

Le viti vengono lavorate seguendo i dettami della tradizione toscana della viticoltura. Tutte le operazioni,  dalla potatura, alla stralciatura, alla legatura, avvengono con metodo manuale. Inoltre, per la legatura sono utilizzate fibre vegetali, in particolare degli steli di vinco preparati in modo artigianale in azienda.

Cultivar principali

Procanico

Si tratta di un biotipo di Trebbiano Toscano, un vitigno ormai considerato raro e  coltivato soprattutto nella zona di confine tra Toscana, Umbria e Lazio. Sembra derivare il suo nome dal latino Procus, che significa ammaliare, incantare. Geneticamente identico al Trebbiano toscano, si differenzia da quest’ultimo per foglie e grappoli più piccoli e per una maggiore aromaticità.

Sangiovese

Il Sangiovese è il vitigno tradizionale toscano per eccellenza. Anche se diffuso in tutto il centro Italia, sembra trovare origine nella zona appenninica tra Toscana e Romagna, è infatti in Toscana che dà vita a vini come il Brunello di Montalcino.  L’origine del nome è incerta chi vuole che derivi da San Giovanni, chi invece da forme dialettali (da “san giovannina”, uva primaticcia, dato il suo precoce germogliamento), chi giura che derivi da sangue di Giove (Sanguis Jovis).

Le lavorazioni

Doppio capovolto Toscano

Il sistema di allevamento più usato dall’Azienda Fabiani è il doppio capovolto toscano. Questo sistema di potatura e legatura prevede che tra i tralci alla sommità alcuni siano speronati a 1-2 gemme e gli altri accorciati e ripiegati ad arco verso il basso e legati al filo collocato al di sotto di quello portante. Ciascun tralcio avrà 12/15 gemme.

lavorazione-vigne
lavorazione-vigne-tradizione
uva-bianca